Abbiamo già parlato nel nostro blog dell’importanza dell’alimentazione della mamma in gravidanza per lo sviluppo del bambino.
Vogliamo oggi focalizzarci su un aspetto particolare dello sviluppo del bambino: il neurosviluppo

Il neurosviluppo, ossia il processo di formazione del sistema nervoso, inizia durante la vita fetale e continua durante l’adolescenza. Diversi studi evidenziano che una dieta non equilibrata durante questi periodi può compromettere lo sviluppo del cervello e causare ritardi neurocomportamentali.
Si pensi che nel mondo la prevalenza di disturbi d’ansia, disturbi depressivi e disturbo da deficit di attenzione/iperattività nei bambini e negli adolescenti è stimata essere rispettivamente: 6,5%, 2,6% e 3,4%. Questi disturbi hanno un forte impatto sul benessere e sulla vita sociale di questi bambini. 

Alcuni studi hanno evidenziato come una miglior qualità della dieta della madre sia consistentemente associata ad un migliore neurosviluppo del bambino.
In particolare è stato studiato il potenziale infiammatorio della dieta durante la gravidanza come fattore che può influenzare sintomi emotivi e comportamentali dei bambini. Gli studi ci dicono che una dieta con un potenziale pro-infiammatorio più elevato predice un rischio più elevato di problemi emotivi e comportamentali nella prole. Ma non solo!
Risulta vero anche viceversa, ossia è stato osservato che una dieta con potenziale antinfiammatorio prevede un rischio minore di problemi neuroevolutivi. Questi studi ci dicono quanto sia importante la dieta della mamma e come possa essere un fattore protettivo fondamentale per il buon sviluppo del bambino.

Vi lasciamo qui di seguito un decalogo dell’alimentazione in gravidanza, emerso dall’iniziativa SalutExpo (EXPO 2015) coordinata dal Ministero della Salute.

  1. Controlla peso e glicemia
  2. Una dieta ricca di folati e la supplementazione con acido folico, nei modi e nei tempi giusti, contro alcune malformazioni del sistema nervoso
  3. La vitamina B12 è indispensabile per utilizzare al meglio acido folico e folati
  4. Lo iodio è indispensabile per la crescita del bambino e per lo sviluppo del cervello
  5. Supplementi, integratori, alimenti salutistici: solo se c’è una carenza specifica
  6. Previeni la toxoplasmosi e la listeriosi
  7. Evita vino e alcolici
  8. Consuma il pesce in modo intelligente (per le raccomandazioni EFSA consulta: ​​https://bit.ly/3G45Tpu)
  9. Attenzione in cucina: cottura e contenitori
  10. Riduci il consumo di bevande contenenti caffeina