L’osteoporosi è una condizione di fragilità dell’osso che porta ad un aumentato rischio di frattura.
La sua prevenzione è fondamentale in quanto le conseguenti fratture femorali e vertebrali sono una delle principali cause di disabilità nella popolazione anziana.


Una prevenzione che dura tutta la vita

Oggi ormai è ampiamente riconosciuto dalla comunità medica che l’osteoporosi non sia solamente dovuta ad una accelerata perdita ossea che avviene in età adulta, ma è altrettanto importante lo sviluppo osseo che avviene fin dalle primissime fasi di vita. Un individuo infatti che non raggiunge un picco ottimale di massa ossea durante l’infanzia e l’adolescenza, può infatti sviluppare osteoporosi senza che vi sia una accelerata perdita ossea in età adulta. Ottimizzare la salute dell’osso è quindi un processo che dura tutta la vita sia nei maschi che nelle femmine.
Agire sui fattori che influenzano la salute dell’osso a tutte le età è essenziale per prevenire l’osteoporosi e le possibili fratture conseguenti.


Consigli per raggiungere uno sviluppo osseo ottimale in bambini e adolescenti
  • Assicurare un adeguato introito alimentare di calcio grazie ad una dieta equilibrata contenente latte e derivati. Attenzione: proteine in eccesso, caffeina, fosforo e sodio possono ridurre l’assorbimento del calcio, ma in presenza di una dieta variata questo non deve destare preoccupazioni
  • Assicurare un adeguato apporto di vitamina D grazie all’esposizione al sole o, dove non possibile come nel caso dei neonati, attraverso un’integrazione seguendo il consiglio del pediatra;
  • Praticare attività fisica regolare adeguata all’età;

Consigli per prevenire e/o ritardare la comparsa di osteoporosi negli adulti 
  • Evitare il fumo e l’eccessivo uso di alcol;
  • Assicurare un apporto giornaliero di calcio e vitamina D adeguato all’età;
  • Svolgere un’attività fisica regolare, con esercizi bilanciati rispetto al peso corporeo, dove ossa e muscoli lavorano contro la gravità (passeggiate, salire le scale, sollevare pesi leggeri, ecc). In caso di osteoporosi già presente, è importante consultare un medico sul tipo di attività da compiere per valutare l’impatto che diversi movimenti possono avere sull’apparato scheletrico;
  • Valutare condizioni cliniche che possono ridurre l’assorbimento di calcio o valutare insieme al proprio medico come salvaguardare la salute dell’osso in caso di terapie farmacologiche che causano una riduzione della densità minerale ossea.
  • Seguire una dieta equilibrata sapendo che un eccessivo apporto di fibra può ridurre l’assorbimento di calcio e che una dieta con apporto di proteine animali preponderante rispetto all’apporto di proteine di origine vegetale può essere concausa di osteoporosi.
  • Valutare con il proprio medico la possibilità di prevenire l’osteoporosi anche con una terapia farmacologica.
  • Sottoporsi ad un esame per la determinazione della densità ossea e scoprire in anticipo se si rientra in una categoria a rischio.
  • Infine..Previeni il rischio di caduta predisponendo un ambiente favorevole grazie a semplici accorgimenti come l’uso di bastoni di appoggio, scarpe con suole di gomma non scivolose, una adeguata illuminazione degli ambienti di vita quotidiana, evitare di usare tappeti, predisporre punti di appoggio / maniglie sulle scale e in casa, ecc.

Questi consigli sono importanti per le donne in età peri-menopausale, che possono andare incontro ad una riduzione della densità minerale ossea anche del 5% all’anno. Ma non solo!
Anche gli uomini devono prevenire tale patologia, soprattutto in età più avanzata.

Ti ricordiamo che Martedì 14 Giugno sarà possibile eseguire in farmacia il Test della Densitometria Ossea, un esame non invasivo della durata di 15 minuti che evidenzia il rischio di osteoporosi e lo stato di salute delle ossa. Prenota qui il tuo appuntamento!

[Fonte: Ministero della Salute, DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA SANITA’ VETERINARIA E DEGLI ALIMENTI UFFICIO XII – LINEE GUIDA PER LA PREVENZIONE DELL’OSTEOPOROSI]